OLI AROMATICI

Olio Extravergine aromatizzato

Il nostro Olio Extravergine viene aromatizzato con le erbe ed i frutti del nostro orto. Essendo questi ultimi molto concentrati, devono essere usati con parsimonia e sono adatti come condimento. Hanno anche funzioni curative, sia per bocca sia come rimedi sulla pelle (ad esempio per la pelle scottata ) o aggiunti all'acqua per il bagno.

Conoscere le erbe

Lavanda

Tranquillità e purezza caratterizzano l'inimitabile profumo della Lavanda che allontana persino gli insetti. Il suo nome ha origine dal verbo lavare. La lavanda calma il mal di testa, rilassa i nervi, aiuta in caso di flatulenza, vertigini, alito cattivo, insonnia e depressione. In caso di piccole ferite, punture d'insetto e piccole bruciature, può essere posta sulla pelle ed allevia i dolori reumatici. Si consiglia l'uso di alcune gocce di lavanda anche nella vasca da bagno. Oltre a sposarsi con alcune portate dolci, l'olio di oliva aromatizzato alla lavanda è ottimo sulla carne grigliata e su quella stufata, soprattutto sull'agnello e sul pollame, ma anche sul pesce e sulle verdure (sui piatti vegetariani in genere).

 

Rosmarino

Il Rosmarino è da sempre utilizzato come erba aromatica e come erba medicinale. Si dice che esso rinforzi la memoria e per questo motivo è divenuto simbolo della fedeltà tra gli innamorati (vi erano corone nuziali fatte di rosmarino). Stimola l'appetito e la circolazione sanguigna, funziona in casi d'affaticamento, rialza leggermente la pressione del sangue, agisce come calmante del dolore ed è ottimo per i dolori articolari ed i disturbi reumatici, inoltre aiuta ad assimilare il grasso. In cucina si sposa con tutte le pietanze a base di carne, soprattutto la carne di maiale, d'agnello, con le patate fritte o al forno, con le verdure ed i ripieni. Anche il gelato al rosmarino è buonissimo!

 

Salvia

"Colui che ha della salvia in giardino, non diventerà mai vecchio", recita un antico proverbio noto in Cina, in Persia e in alcune parti dell'Europa. Il nome Salvia, dal latino salvere, essere sani, risanare, salvare, richiama questo antico detto. La salvia aiuta la digestione, è antisettica, agisce contro i funghi e contiene estrogeni. Aiuta in caso di sudori, tosse, raffreddore, di cicli mestruali irregolari e nella menopausa. La salvia è molto efficace come aiuto nella digestione dopo aver mangiato pietanze aromatizzate, dolci o grasse. Un grande cuoco ha scritto: "Nell'opera del cucinare la salvia è una primadonna lunatica che si offende in fretta. Ama avere la scena tutta per sé." In cucina è usata con carne grassa di maiale, anatra e salsiccia. Fondamentalmente si combina bene con altri sapori forti come quello del fegato e si sposa bene anche con il formaggio ed il pomodoro. In Italia è usata spesso sul pollame e sempre sui fagioli bianchi.

 

Basilico

In India il basilico è una pianta venerata poiché considerata divina. Grazie agli oli stimolanti ed eterei si dice che esso regali una piena vita amorosa. Dopo la resurrezione di Cristo si notò che intorno alla sua tomba cresceva il basilico. Il basilico agisce come stimolante della digestione ed aiuta in caso di problemi di stomaco e vescica, di insonnia e di emicrania. Può essere applicato sulla pelle in caso di ferite difficili da curare. Nella cucina mediterranea il basilico è indispensabile ed ottimo su tutte le pietanze a base di pomodoro, sia fredde che calde. Si sposa bene anche con gli zucchini, i fagioli, i funghi ed i condimenti per la pasta, come il classico pesto.

 

Aglio

L'aglio ha un effetto benefico sull'apparato digestivo ed è consigliato contro i raffreddori, la pressione alta, la sclerosi ed il processo d'invecchiamento in generale. Può anche essere usato esternamente in caso di contaminazione da fungo. L'aglio ha un aroma forte adatto a ricette piccanti, ad insalate, a piatti marinati, a sughi, a verdure, a carne e pesce.

 

Peperoncino

Il peperoncino contiene Vitamina C e Magnesio. Aiuta la circolazione sanguigna, previene i raffreddori ed ha un effetto benefico sullo stomaco. Insieme al sapore piccante vengono liberate anche delle sostanze oppiacee, che agiscono da stimolanti. Chi ama il cibo piccante può usarlo su ogni pietanza - con attenzione!

 

Menta

Nella mitologia greca Menta era una Ninfa amata da Ade, il dio del mondo sotterraneo. Persefone per gelosia nei confronti di Ade, trasformò Menta in un erba che gli uomini potessero calpestare . Ade non poté impedirlo, ma fece in modo che almeno avesse un profumo molto intenso quando le persone la pestavano. La menta agisce come stimolante della digestione, è usata in caso di raffreddore e contro il singhiozzo e l'ubriachezza. Ottima per salse di menta e yogurt, sulle patate novelle, con l'insalata e il pollo.

 

Limone

L'alta concentrazione di vitamina C rende questo frutto un ottimo stimolante del sistema immunitario. Contiene germicidi, ha proprietà antisettiche ed agisce da ipotensivo, antinfiammatorio e rinfrescante. In cucina si accompagna al pesce, alla carne, all'insalata, alle verdure, alle salse e alla maionese in dosi abbondanti.

 

Arancio
 
Nell’antichità, pare ci fossero marinai che sentivano il profumo delle arance della loro patria da una distanza di dieci miglia dalla costa. Già gli studiosi romani lodavano le virtù curative dell’arancio. Oltre all’alta concentrazione di vitamina C, gli elementi che lo compongono sono rilassanti. In cucina, l’arancio si può utilizzare sia per il dolce che per i piatti di pesce o carne.

 

Rosa

La Rosa ha accompagnato la storia dell’umanità per molti secoli e non solo, infatti le sue origini sono ancora più antiche. Goethe l’ha definita “la più bella” e tutte le rose hanno qualcosa in comune: si possono mangiare! I suoi petali hanno un aroma dolce, delicato e dovrebbero profumare. I componenti della regina dei fiori guariscono e danno benessere, sono antispasmodici, rilassanti e curativi e donano un incarnato vellutato.